CAMBIA LINGUA

Vigilia all’Arera

Come da recente tradizione, anche quest’anno organizzo con “Paolino” la gita della vigilia di natale.

Dopo aver controllato il meteo tutta settimana decidiamo di andare al pizzo Arera, sperando di poter risalire qualche canale innevato. Purtroppo però questo è il tipico periodo di cene e festeggiamenti con amici, colleghi, parenti lontani e, a causa di una partenza forzatamente ritardata, arriviamo a Capanna 2000 a metà mattina. Chiediamo informazioni circa la condizione della neve e, sia gli escursionisti che il rifugista stesso, ci consigliano vivamente di risalire dalla via classica.

Niente di grave, dopotutto, il nostro obiettivo è quello di passare una giornata all’aria aperta.

Leghiamo le racchette allo zaino, indossiamo i ramponi e iniziamo la salita, che sembra una gita su ghiacciaio in miniatura.

Paolo "Paolino" De Lia nelle prime fasi di salita

Paolo “Paolino” De Lia nelle prime fasi di salita

"It's a long way to the top!"

“It’s a long way to the top!”

Arriviamo quindi sudatissimi all’anticima, scendiamo qualche metro e ci troviamo faccia a faccia con il canalino finale, che porta dritto alla croce di vetta. Sono pochi metri, forse nemmeno 100 di dislivello, è però un passaggio di tutto rispetto, con pendenze che richiedono concentrazione e massima attenzione.

Il passaggio più "tecnico" della gita.

Il passaggio più “tecnico” della gita.

Conclusa anche quest’ultima fatica raggiungiamo la cima in totale solitudine, il che ci permette di godere appieno della vista a 360° su tutto l’arco alpino innevato, e anche un po di appennini.

Ovviamente la foto di vetta non può mancare!

Ovviamente la foto di vetta non può mancare!

 

Ah, dimenticavo….

BUON NATALE A TUTTI!

 Lorenzo

2 Commenti a "Vigilia all’Arera"

  1. Nando scrive:

    Grande Lore che ravvivi il blog!! Buon Natale!
    Ciao

  2. Carminati Luigi scrive:

    Ottima salita…….una provocazione per i ” diversamente giovani” a non mollare.
    Felice anno nuovo a tutti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>