CAMBIA LINGUA

Scialpinismo in Val Formazza – Monte Basodino

Buongiorno a tutti! Proponiamo ai nostri soci e socie una entusiasmante gita di scialpinismo di due giorni, nella selvaggia ed esotica Val Formazza!

Le mete scelte sono di tutto rispetto, Cima d’ Elgio m 2837 e Monte Basodino m 3272, qui sotto potete trovare tutte le informazioni necessarie. Vi aspettiamo!

 

INFO SALITE;

SABATO 2 APRILE: salita alla Cima d’ Elgio m 2837  (1109 D+ 4/5 ore – difficoltà BS)

Da Riale (1728m) si parte sci ai piedi (innevamento permettendo) in direzione nord est, incrociando la strada che porta alla diga del lago Toggia, fino al Rifugio Maria Luisa (2160m). Alleggeriti gli zaini, continueremo per la val Rossa e poi per i dossi alla sua destra fino al ripido pendio finale. Si percorre il tratto finale composto da due pendii ripidi e poi con una dorsale più dolce si raggiunge la cima della Punta Elgio (2837m). Discesa per lo stesso itinerario fino al Rifugio Maria Luisa. cena e pernottamento.

 

DOMENICA 3 APRILE: salita al Monte Basodino m 3273 (1113 D+ in salita, 1545 in discesa –  7/8 ore – difficoltà BSA)

Dal rifugio, si torna indietro lungo la strada battuta fino al bivio per il lago Kastell dirigendosi ad est. Proseguiremo per dossi e pendii poco pendenti fino all’imbocco della valle che conduce alla Bocchetta del Kastell. Da qui le pendenze si fanno più forti e continue fino alla stretta bocchetta a m 2714. Si procede quindi in traverso verso destra per poi scendere sul Ghiacciaio del Basodino, in territorio svizzero. Lo si percorre in direzione sud est mirando ad un breve, ma ripido pendio, che permette di raggiungere il ghiacciaio superiore e per esso la base della cresta rocciosa finale. Lasciati gli sci, si sale per facili rocce alla cima del Monte Basodino (3273m). Discesa per lo stesso itinerario fino a Riale.

 

La salita a Cima d’Elgio, non presenta particolari difficoltà mentre l’ascensione al Basodino, oppone tratti abbastanza ripidi (30/35°) da percorrere sia in salita che in discesa. L’arrivo in vetta è preceduto da una cresta di misto lunga circa 120m, da percorrere ramponi ai piedi, con passaggi fino al I° e tratti a 40° su neve.

ATTREZZATURA OBBLIGATORIA: Abbigliamento da alta montagna, Attrezzatura completa da sci alpinismo, ARVA, pala, sonda, imbracatura, picozza, ramponi e rampanti.

 

INFO LOGISTICA E PERNOTTAMENTO:

Viaggio in AUTO con partenza da Scanzo, Piazza Caslini Sabato 2 aprile ore 6 e rientro domenica in serata (ore 19 – 20)

Alloggio in mezza pensione presso il Rifugio Maria Luisa (costi: 50 euro per i soci CAI, 60 i NON SOCI)

Materiale personale obbligatorio:

-Green Pass

-Mascherina

-Ciabatte

-Sacco lenzuolo (possibilità di acquisto il loco a pagamento)

 

Si consiglia il tesseramento CAI.

NUMERO MAX PARTECIPANTI: 15 – PRENOTAZIONI ENTRO VENERDì 18 MARZO

INFO E ISCRIZIONI -> CHIARA: 338 6758484 e  LORENZO: 3467800613

L’ORGANIZZAZIONE DELLA GITA E DELLE METE, POTRA’ VARIARE IN BASE ALL’INNEVAMENTO.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>